I migliori servizi dei migliori hotel

Gli hotel, spesso e volentieri, offrono una vasta serie di servizi che permettono, ad una persona, di poter stare bene all’interno della struttura stessa.

La connessione Internet

WiFiIl non avere una connessione online, in una struttura alberghiera, risulta essere veramente un grande errore, visto che questa mancanza fa perdere tantissimi punti alla struttura alberghiera.
Questo tipo di connessione rappresenta un servizio migliore che, i clienti stessi, vanno a cercare in una particolare struttura, in maniera tale da potersi appunto sentirsi come se si fosse a casa propria.
Per il miglior servizio in questo caso s’intende una connessione che risulta essere veramente veloce e rapida e soprattutto che garantisca, ad una persona, di poter sfruttare il suddetto servizio senza che vi siano interruzioni durante la navigazione e soprattutto senza che non ci siano costi aggiuntivi.

Il servizio in camera

Pranzo, cena, spuntino ed altri elementi appartengono al servizio in camera che ,un hotel, deve cercare di offrire in maniera perfetta.
Il miglior servizio possibile, che risulta essere quello del servizio in camera, deve essere realizzato con molta attenzione: sostanzialmente, gli addetti devono cercare di poter offrire, al cliente, tutte le cure che egli richiede senza fare una piega e soprattutto dimostrandosi gentili.
Il poter mangiare in un qualsiasi momento o comunque sfruttare di un determinato servizio o pasto risultano essere veramente essenziali ed il servizio in camera, che deve essere sempre attivo e soprattutto rapido, è uno dei migliori che viene ricercato, con grande frequenza, da parte delle persone.

SPA

La SPA

Altro servizio che piace parecchio ai clienti, che lo attribuiscono come il migliore, risulta essere quello della SPA, ovvero del centro benessere.
L’hotel che offre questo particolare servizio riesce ad essere maggiormente apprezzato, dato che ogni cliente ama essere coccolato da una persona, visto che essa ricerca appunto il massimo livello di relax in questo particolare tipo di struttura.
Pertanto, il servizio SPA dei migliori hotel deve essere realizzato con grande attenzione e cura, in maniera tale che sia possibile soddisfare i clienti: la SPA, seppur non sia fondamentale per attribuire il termine migliore ad un hotel, lo aiuta nel raggiungere tale aggettivo, senza che vi siano problemi.

Il Love Bar

Si tratta di un servizio innovativo, nato proprio in Italia e che sta prendendo piede in tutta Europa. Il LoveBar è un particolare “frigobar” che contiene varie tipologie di oggetti ed accessori pensati per l’intrattenimento degli adulti. Per le coppie in viaggio di nozze, o per chi cerca una nuova e stimolante esperienza è senza dubbio un servizio molto interessante.

Il pillow menu

Sempre più hotel, in particolare tra quelli di fascia alta, propongono il pillow menu, ovvero un menù dal quale è possibile scegliere i cuscini più adatti ai propri gusti e alle proprie esigenze, come ad esempio uno in lattice o un piuma d’oca.

La palestra

Per gli amanti del fitness, che non rinunciano ai propri allenamenti anche durante viaggi di lavoro o vacanze, avere una palestra in albergo è una gran bella comodità e molti hotel si stanno attrezzando.

Il buon cibo

Mai dimenticarsi del cibo, visto che anche questo rientra nei vari migliori servizi che, un hotel, deve offrire ad un cliente.
Il miglio servizio pranzo e cena, che viene offerto dai migliori hotel, è accompagnato da un menù veramente vasto, che deve offrire al cliente la possibilità di poter optare per una vastissima serie di pietanze senza dover essere costretti a mangiare quello che viene servito.
Il menù deve essere consequenziale e soprattutto in grado di stupire il cliente ed inoltre, le varie pietanze devono essere accompagnate da una vasta gamma di ingredienti freschi e salutari ed inoltre devono essere presentati in maniera piacevole ed in grado di offrire un senso di soddisfazione anche al cliente che decide di consumare queste particolari pietanze che vengono offerte durante pranzi e cena.

Ristoranti stellati Michelin, quando la buona cucina crea indotto

La buona cucina italiana genera turismo e contribuisce a creare indotto sul territorio. La tradizione enogastronomica della penisola – così variegata e ricca di specialità tipiche regionali – è da sempre apprezzata a livello internazionale e negli ultimi tempi è diventata anche uno dei motivi per cui si sceglie di soggiornare in Italia, insieme alle bellezze paesaggistiche, l’arte, la storia e la cultura del Belpaese.

A fare il quadro di questa situazione uno studio condotto dall’agenzia Jfc (un’azienda che si occupa di marketing turistico e ricerche in questo settore) che di recente ha pubblicato i dati che riguardano i ristoranti stellati Michelin: i locali inseriti nella Guida rossa, oltre ad essere prestigiosi e rinomati, creano un giro d’affari considerevole che si concretizza anche in pernottamenti e in soggiorni brevi.

Le stelle di Michelin

Secondo quanto emerso dall’indagine condotta da Jfc, quello che viene definito il taste tourist, cioè il viaggiare per apprezzare piatti tipici di una determinata località, è diventato un fenomeno importante in Italia con numeri che non possono non essere presi in considerazione anche soltanto per l’impatto economico che producono: negli oltre trecento ristoranti stellati disseminati in tutta la penisola che hanno ricevuto il riconoscimento di Michelin si registra un fatturato di 282milioni di euro, una cifra a cui contribuiscono soprattutto gli stranieri (208milioni, mentre il restante proviene dalla clientela italiana).

Lo studio di Jfc mette in evidenza quelle che sono le ricadute positive di un ristorante stellato sul territorio: in genere, i clienti non si limitano a pranzare o cenare in questi locali, ma si fermano a dormire nei pressi degli stessi, andando a incidere sulle entrate del settore ricettivo: in media gli stranieri soggiornano quasi due notti, mentre quelli italiani poco più di una.

Ad apprezzare particolarmente i piatti prelibati cucinati nei ristoranti segnalati da Michelin sono gli americani, ma anche gli inglesi, i francesi e i giapponesi; restando entro i confini italiani i principali gourmand provengono da Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna.

In genere, i locali che hanno ottenuto le stelle di Michelin sono gestiti da chef particolarmente apprezzati, in grado di soddisfare i palati di tutti i clienti con proposte culinarie in cui creatività e competenze tecniche si uniscono per dare vita a piatti dal sapore unico: nell’edizione 2016 della Guida rossa (l’Italia si è riconfermata al secondo posto al mondo per qualità dell’offerta ristorativa) sono stati inseriti una trentina di nuovi ristoranti in cui lavorano giovani cuochi pieni di talento.

Le stelle di Michelin sono un riconoscimento che viene assegnato a quei locali che offrono complessivamente un buon servizio: infatti, non viene valutata solamente la cucina, ma tutti quegli elementi che concorrono a creare la buona accoglienza, come la gentilezza e la professionalità del personale di sala, l’organizzazione del menù e della carta dei vini e il modo in cui è arredato il locale.

Le regioni italiane in cui sono diffusi più capillarmente i locali gourmet sono Lombardia, Campania, Veneto e Piemonte, zone in cui si è sviluppato maggiormente il turismo enogastronomico, legato alla valorizzazione di specialità e prodotti tipici locali: una tendenza che trova conferma anche nei dati diffusi l’estate scorsa dalla Federazione italiana pubblici esercizi, secondo cui numerosi italiani (soprattutto adulti con una buona propensione alla spesa) quando sono in vacanza scelgono di provare la cucina di qualità.

I migliori ristoranti degli alberghi italiani

Spesso capita che grandi hotel abbiano anche grandi ristoranti, dove gustare autentiche prelibatezze, ecco una classifica basata sui risultati del “Premio Ristorante d’Hotel“.

L’Olivo e Il Riccio @ Capri Palace

Capri Palace

Iniziamo non con uno, ma con ben due ristoranti, collegati al medesimo albergo di Capri. Da almeno 60 anni Capri è sinonimo di dolce vita e vacanze (di un certo livello). Se la vostra meta è il Capri Palace potrete scegliere tra due ristoranti per un totale di 3 stelle Michelin. Prezzo per camera doppia vista mare (in alta stagione) da 728 € a notte, ma ne vale la pena.

Villa Crespi @ Hotel Villa Crespi (Novara)

Hotel Villa Crespi

Antonino Cannavacciuolo è un volto noto della tv, oltre che uno chef di razza. Oltre alla maestosità della proposta alberghiera di Villa Crespi, senza dubbio anche la ristorazione rappresenta una notevole attrattiva. Da provare il piccione con foie gras. Menu degustazione da 95€ a 150 € con vini esclusi. Prezzo per camera doppia da 315 € a notte.

La Pergola @ Hotel Cavalieri Hilton

Hotel Cavalieri Hilton

Sul terzo gradino del podio c’è il ristorante La Pergola dell’Hotel Cavalieri Hilton. Il ristorante ha una cantina smisurata e propone ottimi piatti, tra i quali un vero e proprio simbolo della più autentica romanità, il cacio e pepe con gamberi marinati al lime. Ottimo anche il Filetto di San Pietro in crosta di liquirizia su crema di mandorle con gamberi al limone.

Il menu degustazione da 9 portate costa appena 210€ (vini esclusi). Il prezzo per una camera doppia con un’incantevole vista sul centro di Roma è di 386€ a notte, e li vale tutti.